Sistemi di filtrazione

Se le acque contengono solidi sospesi, potrebbe essere necessario rimuoverli completamente prima di sottoporle a ulteriori trattamenti. La filtrazione è un'operazione che permette di rimuovere solidi in sospensione dalle acque, facendo passare queste ultime attraverso un mezzo poroso grazie ad una forza spingente.

I filtri e la filtrazione possono essere classificati in diversi modi:

  1. Per forza spingente: il filtrato viene indotto a fluire attraverso il mezzo filtrante dalla forza di gravità, o per mezzo di una pressione applicata a monte del mezzo filtrante, o una pressione ridotta a valle del mezzo filtrante, oppure, infine, grazie alla forza centrifuga.
  2. Per meccanismo di filtrazione: a seconda del meccanismo di filtrazione, quest'ultima si distingue in due modi:
    a) quando i solidi sono bloccati sulla superficie del mezzo filtrante e si accumulano fino a formare una "torta", la filtrazione è detta cake filtration;
    b) quando i solidi vengono intrappolati nei pori del filtro, la filtrazione è detta clarifying filtration.
  3. Per obiettivo: L'obiettivo della filtrazione protrebbe essere quello di ottenere l'asciugatura delle parti solide, quello di chiarificare un liquido oppure entrambe le cose. Nel primo caso, il processo ideale da applicare è quello della cake filtration; nel secondo caso, invece, sono adatte sia la cake filtration che la clarifying filtration.
  4. Per ciclo operativo: La filtrazione può essere continua o ad intermittenza.
  5. Per natura del solido: La cake filtration sottintende un accumulo dei solidi che può essere comprimibile (se il solido e deformabile) o meno (se il solido è rigido).

Tra i filtri di uso comune, STC lavora principalmente con filtri a sabbia, filtri pressa, filtri rotativi sottovuoto, filtrazione su materiali fossili quali terre o farine fossili, ecc.