Rimozione sali in soluzione

In molti casi nelle acque industriali ci troviamo di fronte alla necessità di abbattere il contenuto di sali disciolti nel refluo. Questi possono essere presenti sia come composti originali, sia come composti derivati da eventuali cicli di neutralizzazione delle acque stesse.

STC ha sviluppato nel corso degli anni una serie di tecnologie atte alla rimozione di sali in soluzione.

I sali in soluzione nelle acque possono essere i più svariati, come ad esempio solfati, cloruri, ecc, ed in quantità che possono variare da pochi ppm a centinaia di grammi/litro. Le tecnologie che vengono utilizzate per la rimozione dei sali sono tecnologie a membrana quali osmosi inversa, nanofiltrazione, evaporazione e cristallizzazione. Quest'ultima può essere condotta con sistemi a pompa di calore, o mediante il raffreddamento della soluzione qualora i sali presenti in soluzione formino cristalli con l'abbassamento della temperatura. Un esempio di sale cristallizzato per raffreddamento è il solfato di sodio che all'abbassamento della temperatura forma Sale di Glauber (solfato di sodio deca idrato) che può essere separato meccanicamente dalla soluzione stessa.

STC Water Division si è specializzata nel corso degli anni nell'integrazione di tecnologie a membrana con sistemi di cristallizzazione e rimozione meccanica si sali.