Impianti di microfiltrazione

La microfiltrazione avviene tramite membrane con una dimensione dei pori di 0.1 - 10 µm.

Le membrane di microfiltrazione rimuovono tutti i batteri. Parte della contaminazione virale viene catturata nel processo, anche se i virus sono più piccoli dei micropori della membrana di filtrazione. Ciò avviene perché i virus possono fissarsi al biofilm batterico.

La microfiltrazione può essere effettuata in molti processi di trattamento delle acque quando particelle con un diametro maggiore di 0.1 mm devono essere rimosse da un liquido e solitamente gli si antepone un processo di prefiltrazione basato sull'uso di carboni attivi vegetali capaci di raccogliere e trattenere a lungo sedimenti, cloro ed altre sostanze organiche inquinanti.

Per le loro caratteristiche gli impianti di microfiltrazione vengono usati anche per il trattamento del vino e del latte, ma anche per tutti quegli elementi liquidi che necessitano di essere privati da sostanze indesiderate come solidi sospesi, batteri o altri microrganismi dannosi che ne comprometterebbero l'igiene e le caratteristiche organolettiche rendendoli allo stesso tempo in grado di sopportare bene stress da trasporto o immagazzinamento.