Impianti di nanofiltrazione

La Nanofiltrazione è una tecnologia ampiamente affermata e consolidata per la purificazione dell'acqua e consiste nella separazione, tramite membrane semipermeabili, di materiali sospesi e specie saline ad alto peso molecolare, disciolte dall'acqua da trattare.

Oggi, la nanofiltrazione è principalmente applicata nelle fasi del processo di purificazione dell'acqua potabile, come rimozione delle microsostanze inquinanti, addolcimento dell'acqua e decolorazione.

Durante i processi industriali la nanofiltrazione è applicata per la rimozione di componenti specifici, quali gli agenti coloranti.

La nanofiltrazione è un processo che permette la concentrazione delle sostanze organiche, quali le microsostanze inquinanti e gli ioni multivalenti, basata sulla dimensione delle specie molecolari presenti nel fluido da trattare. Questa separazione si ottiene grazie alla pressione imposta al fluido, che forza il passaggio attraverso le membrane, delle molecole più piccole finché riesce a vincere la pressione osmotica caratteristica del retentato.


Le membrane di nanofiltrazione hanno una moderata ritenzione dei sali univalenti.